Prenota ora online!

Cosa vedere a Siena

Palazzetto rosso vi consiglia una serie di percorsi tematici che vi faranno scoprire cosa vedere a Siena in maniera guidata per rendere il vostro soggiorno ancora più indimenticabile

IL VERDE DI SIENA

Chi si appresta a visitare una città circondata da mura medievali come Siena, rimarrà sicuramente sorpreso nel ritrovare le numerose aree verdi che si trovano al suo interno. Si tratta di vere e proprie oasi naturali incastonate tra i vicoli del centro storico e ce n’è per tutti: l’area rurale dove si fa agricoltura biologica (Orto dei Pecci), il parco panoramico (Orti dei Tolomei), ma anche un vero e proprio Orto botanico, nonché il parco della Fortezza Medicea, ideale per correre e passeggiare.

 

SIENA E L’ACQUA

Nonostante la sua distanza dal mare, il rapporto tra Siena e l’acqua affonda radici lontane nella storia. La ricerca continua del fiume Diana da parte dei senesi è stata nei secoli trama di leggende. A Siena è possibile visitare i bottini, vere e proprie gallerie sotterranee frutto di questa ricerca dell’acqua, che riemerge poi nelle meravigliose fonti che si trovano dislocate nella città: Fonte Gaia, Fontebranda, Fonte Nuova d’Ovile, Fonte del Casato…Proprio a dimostrare questo legame tra la città e l’elemento idrico è stato aperto da pochi anni il Museo dell’Acqua all’interno delle Fonti di Pescaia.

LE CONTRADE

Quando si dice “Siena” si dice “Palio”. La corsa di cavalli che si tiene due volte all’anno è ormai nota in tutto il mondo. Un evento al quale assistono media internazionali, ma per il quale trepidano ancora dopo secoli e secoli i cuori dei senesi. Al di là della festa però c’è una realtà tutta da scoprire, anzi 17: le Contrade. Chi visita Siena con un occhio attento non potrà non essere incuriosito dai musei che ospitano tesori secolari, nonché i Palii vinti, vere e proprie opere d’arte. 17 musei, 17 fontanine battesimali, 17 chiese…: un tesoro ricchissimo.

PUNTI PANORAMICI

Per chi ama la fotografia, ma anche per chi vuole godersi l’emozione di una vista indimenticabile, Siena offre numerosi punti panoramici da non perdere. Da questi si possono osservare le dolci colline della campagna circostante incrociarsi con tetti, torri e campanili del centro storico. Eccone solo alcuni da non perdere: dalla Basilica dei Servi, dalla Fortezza Medicea, dagli Orti dei Tolomei e da San Prospero. Una meraviglia a tutte le ore del giorno e della sera.

PAPI

È noto che Siena sia una città dove, nei secoli, si sono succeduti avvenimenti storici di rilevanza internazionale. Pochi però sanno che sono ben quattro i Papi di origine senese: Alessandro III, Pio II, Pio III e Alessandro VII. Di questi se ne ritrovano testimonianze in giro per le vie del centro: le Logge del Papa, Palazzo Chigi-Saracini, sede dell’Accademia Musicale Chigiana e tanti altri monumenti dedicati o commissionati dagli stessi Papi per arricchire la loro città. Uno spunto in più per scoprire ancora nuovi angoli nascosti di Siena.

MUSICA

La musica fa parte della tradizione popolare senese, basta vivere la città nei giorni del Palio per sentire le voci appassionate dei contradaioli intonare canti con una storia secolare. Sono tante le istituzioni che contribuiscono a tenere in vita una ricchezza musicale ad ampio raggio: l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci”, l’Accademia Musicale Chigiana, nonché il Siena Jazz.