<
>
blog

I MUSEI DI SIENA

È arrivata la primavera, con lei la Pasqua e tutti gli altri ponti di aprile e maggio. È la stagione ideale per pianificare una vacanza in Toscana, scegliendo Siena come tappa centrale del vostro viaggio. La tradizione vuole che in queste belle giornate da trascorrere in famiglia, in coppia o con gli amici, ci si dedichi ai musei ed alla attività culturali. In questo articolo faremo insieme un tour virtuale nei musei e nelle chiese del centro storico di Siena. Scoprirete che un soggiorno di almeno 3 notti è indispensabile per godere a pieno delle meraviglie di questa splendida città medievale toscana. La posizione dell’Hotel Palazzetto Rosso vi permetterà di accedere agevolmente a tutti i siti di interesse. Ci troviamo infatti a pochi metri dal Corso principale di Siena, proprio nel cuore della città.

SCOPRI LE NOSTRE OFFERTE, solo sul sito ufficiale potrai trovare i prezzi migliori!

Nella famosa Piazza del Campo, dentro il bellissimo Palazzo Pubblico, sono conservati alcuni dei più preziosi tesori dell’arte gotica senese, importantissimi tasselli nella storia dell’arte italiana pre-rinascimentale, ma non solo.. Le due opere d’arte più celebri ed ammirate sono gli affreschi de La Maestà di Simone Martini (iniziato nel 1312 ca) – lampante esempio di devozione religiosa civica e de L’allegoria e Gli Effetti del Buon e Cattivo Governo di Ambrogio Lorenzetti (1337-1339 ca.). Ma sarebbe un peccato soffermarsi solo su queste due stupende opere d’arte, poiché la visita al museo consente di ammirare altrettanti capolavori che raccontano il passato di una Siena inizialmente ricca e potente, in seguito assoggettata alla supremazia fiorentina ed infine tra i centri promotori dell’Unità d’Italia.

Dal museo del Palazzo Comunale è logico proseguire sulla via che porta al Complesso Museale del Duomo di Siena, ma prima di arrivarvi, merita una sosta il Palazzo Chigi Saracini, uno dei più importanti palazzi nobiliari costruiti nell’epoca d’oro di Siena. Qui si trova l’Accademia Musicale Chigiana, ma anche uno strabiliante museo che raccoglie la collezione di quadri, sculture, oggetti preziosi e strumenti musicali dei conti Chigi Saracini. Il percorso museale si snoda nelle lussuose stanze del palazzo, e permette di immergersi in una ricchezza culturale a tutto tondo.

Arrivati a Piazza del Duomo, con unico biglietto sarà possibile visitare tutti i luoghi presenti sul posto:

- la Cattedrale con opere d’arte di inestimabile valore firmate dai più celebri artisti senesi di tutte le epoche, ma anche dai più famosi pittori e scultori di tutti i tempi come ad esempio Nicola Pisano, Michelangelo Buonarroti, Carlo Maratta o Gianlorenzo Bernini, senza dimenticare la bellissima Libreria Piccolomini affrescata dal Pinturicchio, che all’epoca aveva tra i suoi aiuti il più celebre Raffaello Sanzio

- il Battistero, che fu adornato tra il 1417 e il 1430 con il fonte battesimale firmato dagli artisti più in voga all’epoca come Jacopo della Quercia, Lorenzo Giberti e Donatello.

- La “Cripta”, scoperta solo nel 1999, i cui affreschi, databili intorno al 1270-1280, conservano  ancora i brillanti colori del periodo in cui furono dipinti.

- Il Museo dell’Opera del Duomo in cui, in una scenografia mozzafiato è possibile ammirare da vicino la vetrata ideata da Duccio di Buoninsegna e le statue originali della facciata del Duomo scolpite da Giovanni Pisano. Una volta terminato il percorso museale, in cui resterete stupefatti dalla pala d’altare che Duccio di Buoninsegna finì di dipingere nel 1311 su commissione di tutta la cittadinanza senese, è possibile salire sul “facciatone”, quello che doveva diventare la facciata del “Duomo Nuovo”, e scoprire l’incantevole panorama sui tetti della città e i suoi bellissimi dintorni.

- Il Santa Maria della Scala, l’antico ospedale di Siena che offriva assistenza ai meno abbienti ma non solo, adesso trasformatosi in un grande museo con tantissimi eventi estemporanei collezioni permanenti al suo interno (come ad esempio le statue originali di Fonte Gaia di Jacopo della Quercia, il Museo Archeologico con i reperti Etruschi ritrovati nella città , oggetti di oreficeria sacra, opere d’arte e magnifici affreschi).

Al Santa Maria della Scala si trova anche l’Oratorio di Santa Caterina della Notte, divenuto luogo sacro musealizzato perché è lì che la Santa senese andava a riposare dopo essersi presa cura dei poveri della città. Se si desidera seguire i luoghi dedicati a questo personaggio d’importanza storica nazionale (fu colei che fece terminare la così detta “cattività avignonese” dei papi, riportando a Roma la sede pontificia), non si deve perdere il museo denominato Santuario di Santa Caterina da Siena, situato nei pressi della Basilica di San Domenico. In questa chiesa, vi è tra l’altro, una cappella finemente affrescata dal manierista Antonio Bazzi detto il Sodoma, dove è anche conservata la testa di Santa Caterina.

Nelle Chiese di Siena si possono scoprire altrettanti tesori dell’arte senese e non solo: nel XV e ne XVII secolo la città ha avuto due papi tra i suoi concittadini, e questo ha fatto sì che siano state commissionate per la città opere dei maggiori artisti operanti a Roma.

Ma i musei di Siena non sono solo arte: si può scoprire tantissimo nell’innovativo percorso didattico nel Museo dell’Acqua e conoscere ciò che si narra sulla la leggenda del fiume nascosto Diana, oppure l’ottocentesco Museo di storia naturale dell’Accademia dei Fisiocritici, tra i più importanti e antichi musei scientifici dell’intera Toscana, che si trova a fianco dell’Orto Botanico dell’Università di Siena, le cui origini risalgono addirittura al XVI secolo.

E se non sarete ancora soddisfatti dell’immersione culturale nei luoghi appena elencati, organizzandosi in anticipo potrete avere il privilegio di scoprire alcuni dei 17 Musei di Contrada, che raccontano storie secolari e conservano gelosamente preziosi luoghi e oggetti di grande interesse storico-artistico e culturale. Attenzione però: solo tramite contatti diretti sarà possibile accedere a questi luoghi privati, con il privilegio di poter essere guidati da appassionati contradaioli…

Se sceglierete di soggiornare all’Hotel Palazzetto Rosso, la vostra vacanza a Siena sarà davvero indimenticabile: alloggerete in un boutique hotel all’interno di un palazzo duecentesco, potrete raggiungere qualsiasi punto del centro storico a piedi grazie alla nostra posizione centralissima, sarete coccolati da uno staff pronto ad esaudire ogni vostro desiderio. Inoltre, non avrete preoccupazioni in caso di arrivo in auto grazie al nostro servizio parking e valet. Vi aspettiamo per una primavera 2019 all’insegna dell’arte e della cultura!

 

 

Tutte le notizie

CHIUDI
CHIUDI